Amici e Tapas

Tempo di lettura stimato: 4 min

Estate, tempo di passeggiate all’aria aperta, di serata a chiacchierare sotto il cielo stellato, di aperitivi in compagnia. Ritrovarsi è sempre bello, anche se sarai d’accordo nel constatare che a volte è difficile mettere tutti d’accordo. Ecco perché trovarsi a casa di qualcuno è sempre una soluzione piuttosto gettonata. Ambiente informale, niente sconosciuti a notare che hai indossato una calza diversa dall’altra, e nessuno deve ricordarsi di prenotare il tavolo.
Ora che abbiamo trovato la location, dimenticati della ciotola di patatine e nessuno che ha il coraggio di afferrare l’ultima manciata di briciole. Dimentica la torta salata un po’ sciapa che non basta per tutti. Allarga i tuoi orizzonti e preparati a litigarti con i tuoi migliori amici l’ultimo manicaretto rimasto sul tavolo, perché si festeggia… il Tapas Day! Una ricorrenza che arriva dagli Stati Uniti, ma abbiamo colto la palla al balzo per creare un nuovo concept di aperitivo: quello in cui sei a casa, ma mangi come nei migliori tapas bar di Barcellona. Come? ma con le ricette di Regina Cucina, ovviamente!

-Asparagi in sfoglia: cuoci gli asparagi puliti al vapore per 5 minuti. Sistemali su carta da forno e arrotolali in una striscia sottile di sfoglia. Spennella con un tuorlo d’uovo e inforna per 15 minuti a 200°.

-Barchette alla mousse di gamberi e avocado: stendi la pasta brisèè e ritagliala collocandola in appositi stampini da barchetta. Cuocete per 20 minuti a 180°. Lessate i gamberetti in acqua fredda con alcune fettine di limone e un pizzico di sale quando avrà iniziato a bollire, non più di 2 o 3 minuti. Sgocciolateli, spezzettatene la metà e mettete da parte l’altra metà. Spellate l’avocado e tagliatelo a cubetti, incorporando con i gamberetti spezzettati e pochi cucchiai di maionese. Amalgamate il tutto e servite sulle barchette, guarnendo con la restante metà del gambero.

-Crocchette di cavolfiore: sbollenta le cimette di un cavolfiore di circa 1 kg in acqua salata e scolale bene. Immergile in una pastella composta da 100 gr di farina, un uovo e un bicchiere di latte, con un pizzico di sale. Friggi in olio ben caldo e adagiatele su un foglio di carta da cucina Regina per togliere l’olio in eccesso.

-Tortilla di patate: taglia le patate a rondelle e condiscile con sale e pepe. Scalda dell’olio d’oliva (piccoli gesti giugno) in una padella e fai rosolare due cipolle tagliate a fette insieme alle patate, da cuocere a fuoco medio con il coperchio per circa 20/25 minuti. Sbatti 4 uova in una terrina e incorpora la verdura quando sarà cotta, dopo averla lasciata raffreddare. Mescola e cuoci il composto in padella per 10 minuti a fiamma bassa coprendo con un coperchio. Quando il primo lato è cotto, aiutandoti con un piatto, ribalta la tortilla per cuocerla sull’altro lato. Voilà, da gustare fredda o calda.

-Deviled eggs: Fai bollire sei uova, tagliale a metà e rimuovi i tuorli. Tienine da parte la metà, e mescolali con due scatolette di tonno grandi, 4 cucchiai di passata di pomodoro e maionese q.b. Colloca il ripieno ottenuto nelle uova tagliate a metà, con sopra le briciole dei tuorli precedentemente conservati.