L’Happeritivo!

Chi non conosce il famoso “Happy hour”? Letteralmente “Ora felice” è un’espressione di marketing anglosassone, usata per indicare il periodo nel quale esercizi pubblici, come bar e ristoranti, offrono sconti su alcune bevande, come birra, vino e cocktail o “Mocktail”.
Questa promozione delle vendite, nata nel Regno Unito, aveva lo scopo di incentivare i consumi nei pub dopo il lavoro. Anche nella marina militare degli Stati Uniti si indicavano, con le stesse parole, le ore di riposo e di ricreazione sulle navi. Quando negli anni del proibizionismo venne bandito il consumo e la vendita di alcolici nei ristoranti, gli americani presero l’abitudine di partecipare agli Happy Hour che si tenevano in luoghi prestabiliti (solitamente distillerie), dove si servivano da bere cocktail e bevande di diverso tipo. Sostituite le distillerie, in epoche più recenti, con bar e locali sempre più alla moda, l’abitudine dell’happy hour è dilagata in tutto il mondo, così che anche in Italia l’aperitivo è una gettonatissima occasione per riunirsi come quando si sta a tavola, in compagnia, divertendosi, ma senza l’obbligo di cenare ma bensì, piluccare in una sorta di buffet con pietanze semplici e stuzzicanti! Un’usanza che ha preso talmente piede da aver creato un neologismo: l’”apericena”. Beh, noi di Regina Cucina abbiamo riflettuto bene e abbiamo deciso di pensare a una nuova definizione: l’Happeritivo, l’ora dell’aperitivo felice! Non solo un momento di convivialità ma anche di semplicità e felicità dove l’unica regola che fa da Regina è quella di non parlare di problemi ma di soluzioni. Vivetelo come una sorta di “joie de vivre” dove l’importante non è cosa bere o cosa mangiare ma stare insieme! Location suggerita? Ogni mese a casa di uno dei vostri amici. Questo mese cominciamo noi quindi siete tutti invitati virtualmente a casa Regina, anzi meglio, in Cucina Regina!