Qualche segreto in cucina!

Oggi vogliamo raccontarvi qualche segreto in cucina, segreti che solo le nonne sanno tramandare. Del resto si sa, le nonne sono sempre pronte a dispensare proverbi, consigli, soluzioni e trucchi che si sono rafforzati passando di generazione in generazione. 

Per quanto riguarda la tradizione italiana della pasta fresca, fatta in casa, tutte le nonne sanno che:

- per ottenere una pasta che trattenga il sugo una volta cotta, bisogna lavorare l’impasto su un piano di legno e non di marmo;

- durante la cottura della pasta, per evitare che si incolli, si deve aggiunge un filo d'olio nell’acqua.

Per il risotto ai funghi, è necessario farli soffriggere con la cipolla poi rimuoverli e aggiungerli nuovamente verso la fine della cottura: manterranno più vivo il loro sapore.

Molte ricette prevedono l’utilizzo del vino, ma spesso in casa non ne abbiamo. Se siete fra coloro che non tengono i brick in dispensa o si ritrovano spesso a buttare il vino avanzato da una cena, basta sprechi: prendete una vaschetta per il ghiaccio, riempitela con il vino rimasto e congelatela. Alla prima occorrenza, avrete già il vino nella giusta quantità pronto per la vostra ricetta.

A proposito dei dolci, le nonne sanno che uova, latte e burro vanno utilizzati a temperatura ambiente e che se ci si accorge di aver messo troppo zucchero, si può aggiungere un cucchiaino di aceto di vino bianco per stemperare il sapore.
Zuccherosi consigli anche per la preparazione dei dolci: per evitare che mele affettate e uvetta affondino nella torta andando sul fondo, basta infarinarle prima di aggiungerle all’impasto. Se aprendo le uova vi cade un pezzetto di guscio nella ciotola, potete recuperarlo grazie con un pezzo di guscio più grande che lo attirerà come una calamita. E per salvare le brioche del giorno prima? Quando ci sembrano già ‘posse’, stantie, basta spennellarle con un po’ di latte e passarle qualche minuto in forno tiepido. 

Per concludere, i consigli della nonna che ci facilitano la vita quando si parla di frutta e verdura:

  • Se la frutta che avete appena comprato è acerba, basta riporla in un cesto con alcune mele: l’etilene prodotto fa maturare più velocemente la frutta.
  • Se cucinate verdure che tendono ad annerire (come il carciofo, le patate o le carote) potete lasciarle in ammollo in una soluzione di acqua e limone per alcuni minuti.
  • Per rendere le fragole più pulite e profumate aggiungete all’acqua qualche cucchiaio di aceto.
  • Quando acquistate l’insalata fresca, evitate le buste che sono nemiche dell’ambiente, e una volta a casa, dopo averla mondata e spezzettata, riponetela in vaschette con alcuni fogli di carta cucina, che asciugheranno l’umidità e assicureranno la giusta croccantezza.

L’appetito viene amando la cucina e le sue tradizioni, grazie a chi con amore ci ha insegnato o ancora ci insegna i segreti della buona cucina. I migliori risultati spetteranno a chi utilizzerà gli ingredienti segreti vincenti: amore e passione!