Colazione di Pasqua

La mattina di Pasqua, in particolare nell’area del Centro Italia (da Roma all’intero Lazio, fino alll’Umbria) è tradizione svegliarsi con una colazione abbondante e ricca, praticamente un brunch, costituita da portate dolci e salate.
Si tratta di una celebrazione che rimanda alla religione cristiana e alla chiusura del digiuno della Quaresima.

Ovviamente anche per i bambini che non abitano in queste zone dell’Italia, potrebbe essere una graditissima sorpresa trovare la tavola imbandita diversamente da quel che accade di solito, magari godendosi un momento di relax con i genitori a casa.

Saranno deliziati oltre che dalle classiche uova di cioccolato, anche dalla pizza sbattuta, una sorta di pan di spagna, dalla focaccia pasquale o dalla pastiera napoletana (da preparare in anticipo, seguendo le ricette tradizionali). E insieme potreste far loro trovare delle uova sode colorate ma anche molta frutta fresca, la spremuta, uno yogurt.

Per offrire ai più piccoli anche qualcosa di salato, potreste puntare su questo delizioso coniglietto preparato con pane da toast, una fetta di prosciutto cotto, erba cipollina e fette di formaggio (tipo fontina).

Vi ricordiamo che la prima colazione è considerata dai medici nutrizionisti come il pasto più importante della giornata, anche ovviamente nei bambini. E una colazione ideale per i più piccoli dovrebbe essere composta da latte o yogurt, cereali, un prodotto da forno oppure pane con la marmellata, con il miele o anche con una crema al cioccolato. Anche una merendina ogni tanto potrebbe andare bene e possibilmente deve esserci una piccola porzione di frutta.