Hotdog Day: servire con fantasia!

Chi non ama l’hot dog? Il panino con la salsiccia (o con il wurstel) più famoso al mondo è uno dei piatti più sfiziosi di Street Food.
Gli ingredienti che possono accompagnarlo sono tanti, generalmente è servito con salse (ketchup, maionese, senape) e verdure (crauti). Analogamente a quanto accade con altri termini, ad esempio “hamburger”, in Gran Bretagna e altri paesi anglosassoni “hot dog” indica solo la carne, mentre in Italia e in altri paesi il nome si riferisce solo alla pietanza nel suo insieme, il wurstel o la salsiccia rigorosamente serviti dentro un panino morbido con la salsa.

Ma come mai… “hot dog”?
Vi siete mai chiesti come è nato un panino il cui nome significa letteralmente “cane caldo”? Un nome dietro al quale si cela una storia curiosa, che si perde tra mito e leggenda.
I panini con la salsiccia cominciarono a conquistare il mondo come hot dog a partire dagli spalti degli stadi americani, nella seconda metà dell’800. Pare che un primo, ambizioso venditore ambulante, nel lontano 1867, girasse per lo stadio urlando “chi vuole le mie salsicce di cane caldo?” Forse un pretesto per incuriosire gli spettatori, fatto sta che a distanza di qualche tempo ogni venditore gridava “hot dogs!”.

Quando poi all’inizio del XX secolo la squadra di football New York Giants disputavano le partite, lo statunitense Henry M. Stevens distribuì allo stadio i “dachshund sausages”, il nome hot dog venne rilanciato dal disegnatore di vignette sportive P.A. Dorgan, che raffigurò un panino con dentro un bassotto, associando al wurstel un cane che era anch’esso tedesco, come le salsicce.
Infine, un ultimo nesso: “dog” è anche una parola inglese usata per identificare il “dente di arresto”, anche detto “briglia” o “grappa”. Gli hot dog ricordano le briglie (lunghe circa 15 cm) usate un tempo dai ferrovieri per bloccare le rotaie alle traversine di legno.

Insomma, ora che sapete tutto sull’origine del nome... sicuramente vi è venuta fame. Vediamo una ricetta originale per gustare questo piatto, che potrete assaggiare in un modo che forse non avete mai provato e che farà impazzire i più piccoli!

Facciamo i corn dog, una variante di hot dog fritti in pastella e infilzati allo stecco.
Vi serviranno 3 wurstel grandi, 1 uovo, 50gr di farina di mais, 50 gr di farina 0, 75 ml di latte, 1 cucchiaino di zucchero, sale q.b. olio di semi per friggere e le salse di accompagnamento che preferite.

Sbattete l’uovo con il latte, il sale e lo zucchero, poi aggiungete le farine e mescolate fino ad ottenere una pastella densa. Tagliate i wurstel a metà e infilzateli con gli stecchini, infarinateli leggermente e cospargeteli con la pastella: essendo densa, potreste dovervi aiutare con un cucchiaio.
Friggete nell’olio di semi bollenti fino a quando la pastella non sarà dorata su tutti i lati. Fate asciugare su dei fogli di carta cucina e gustate ben caldi… e buon appetito!