Sapori e colori con le spezie

La cultura per le spezie cambia molto in ogni parte del mondo. In Italia è arrivata gradualmente, subendo le influenze di paesi lontani.

Ad oggi si sa per certo che le spezie sono veri e propri elisir di lunga vita e non contengono calorie, oppure ne contengono pochissime, dunque sono un valido alleato per insaporire i cibi e renderli più gustosi! Iniziando da quelle più semplici, che sicuramente avrete già in cucina, non possiamo non citare basilico, origano, salvia e rosmarino, spezie a tutti gli effetti, o aromi se preferite chiamarli così, che fanno parte dell’alimentazione mediterranea da sempre e sono ottimi per insaporire sughi e secondi piatti di pesce e carne.

Anche se vi sembrerà incredibile, esistono spezie “healty” che “curano” anche altri tipi di patologie che non riguardano direttamente l’apparato stomaco-intestino. Ne è  un esempio la cannella (ottima per preparare i dolci, o anche insaporire la frutta fresca): è un antibatterico e aiuta a curare il raffreddore e i dolori articolari tipici dell’influenza. I chiodi di garofano hanno proprietà antidolorifiche utili, ad esempio, per combattere il mal di denti. E poi c’è lo zenzero, una delle spezie con le proprietà più forti, certo non piace a tutti visto il gusto molto particolare, in grado di alleviare i dolori reumatici e depurarsi dalle tossine; addirittura c’è chi dice che la sua azione sia simile a quella dell’acido acetilsalicilico, il principio attivo della famosissima aspirina.

Spostiamoci in India per una delle spezie più amate e utilizzate nella cucina tipica, e ora anche da noi: la curcuma. Viene chiamata anche “lo zafferano delle Indie”,  ed è usata per preparare moltissimi piatti, soprattutto secondi di pollo o riso, oppure ancora per dare sapore alle verdure. Considerando il sapore molto forte, la curcuma va utilizzata in piccole quantità, senza dimenticare che, grazie alle sue forti proprietà antibatteriche, diventa un alleato speciale per creare creme e composti per la cura di malattie della pelle. Rimanendo in India, qualche curiosità sul curry, che non è una spezia di per sé, come molti pensano, bensì un composto di spezie macinate. Ne esistono di varie tipologie e intensità e la base per realizzarlo sono curcuma, cardamomo e zenzero: a seconda delle quantità maggiori o minori degli ingredienti ne avremo di più dolci o più  piccanti, di colore giallo più o meno intenso. Il curry è molto usato per primi e secondi piatti, oltre che per le verdure e, a livello di proprietà curative, è una vera “bomba”, poiché unisce quelle di tutte le spezie utilizzate; diciamo che, in generale, rafforza l’organismo e le difese immunitarie.

E adesso suggeriamo un piatto speziato, decisamente adatto a febbraio, per una cenetta con sapore e colore!

Ricetta: Pollo tikka masala

Ingredienti

- petto di pollo 1 kg

Per la marinatura

- yogurt greco 150 gr
- garam masala un cucchiaino
- paprika affumicata 1/2 cucchiaino
- zenzero fresco 30 gr;
- 3 spicchi di aglio
- succo di mezzo lime
- sale fino q.b.

Per la salsa

- una cipolla bianca
- uno spicchio di aglio
- passata di pomodoro 350 gr
- panna fresca liquida 50 gr
- un peperoncino fresco
- paprika affumicata 1/2 cucchiaino
- cumino 1/2 cucchiaino
- curcuma in polvere 1/2 cucchiaino
- olio EVO 10 gr
- zucchero di canna 20 gr
- sale fino e coriandolo q.b.

Procedimento

Tagliate il pollo a cubetti e mettetelo da parte su un foglio di carta da cucina Regina di Cuori. Per preparare la marinatura: unite in una ciotola capiente lo yogurt, lo zenzero fresco grattugiato, il garam masala, la paprika, il succo di mezzo lime e un pizzico di sale; poi trasferite i bocconcini nella ciotola senza dimenticare di aggiungere l’aglio.

Mescolate bene affinchè la carne sia ricoperta completamente dalla marinatura e riporre in frigorifero per tutta la notte, coprendo la ciotola con una pellicola. Trascorso il tempo necessario, fate rinvenire il pollo finchè non sarà nuovamente a temperatura ambiente e cuocete in forno ventilato preriscaldato a 220° per 20 minuti.

Nel frattempo preparate la salsa: tagliate l’aglio e la cipolla a fettine sottili, poi dividete il peperoncino a metà per il lungo, rimuovendo i semi e tagliarlo a pezzettini. In una padella ampia, aggiungete l’olio e fate soffriggere pochi minuti l’aglio, la cipolla e il peperoncino, dopodiché aggiungete il cumino, la curcuma e la paprika in modo da tostare le spezie, versate la passata di pomodoro nella padella, aggiungete lo zucchero di canna e un pizzico di sale e fate cuocere a fuoco medio per circa 10 minuti.

A fine cottura versate la panna nella salsa e mescolate bene poi togliete il pollo dal forno e aggiungetelo alla salsa nella padella facendo condire per bene. Alla fine aggiungete coriandolo o prezzemolo fresco.