Minestrone o passato?

Tempo di lettura stimato: 2 min

Bietole, Carote, Broccoli, Cavolfiori, Finocchi, Patate, Spinaci, Zucche…la spesa di stagione di Gennaio fornisce tutto il necessario per una minestrone di verdure buono e sano. Gli amanti di questo delizioso piatto però sono spaccati in due: meglio lasciare le verdurine a tocchetti o renderle cremose come solo il passato può fare?
La scelta è effettivamente ardua.
Il minestrone è stato elaborato per la prima volta dopo la scoperta dell’America e la successiva introduzione in cucina di ingredienti come le patate e i fagioli, che prima mancavano in Europa. 
Il passato è probabilmente il primo alimento che viene proposto durante lo svezzamento a tutti i bambini e ha la peculiarità di essere cucinato a partire da una rosolatina di cipolla, sedano e carota, un po’ come il ragù alla bolognese.
Bistrattati dai bambini e anche da molti adulti, minestrone e passato sono invece non soltanto sani, ma anche un balsamo per le fredde e cupe sere invernali: sferzano l’umore e riscaldano il corpo aumentando il metabolismo.
Forse anche per questo, alcuni chef ne hanno fatto il loro cavallo di battaglia rendendolo uno dei quei comfort food buoni, salutari e pure trendy, con alcune regole però, come l’utilizzo di ingredienti freschi e di stagione.
E se in casa avete un avanzo di carciofi o di funghi freschi provate ad aggiungerli…vedrete che successo!