Pane e burro o pane e olio?

Tempo di lettura stimato: 2 min

Avviso ai lettori: la sfidAsciugoni di questo mese può dare adito a lacrimucce, voli di fantasia, attacchi di nostalgia, o a un sorriso che viene dritto dall’infanzia per rallegrarvi la giornata. E magari di essere uno stimolo positivo, quando dovrete decidere cosa mangiare a metà pomeriggio e soprattutto quando preparerete lo snack per i vostri bambini.

Due classici intramontabili della merenda di una volta, sana e genuina. Cosa scegliete per ricaricare le energie, la dolcezza del burro o il gusto deciso dell’olio d’oliva? 

Esatto, la SfidAsciugoni è tra la genuinità di una buona fetta di pane (meglio se fresco e non confezionato) e il condimento da accompagnare. Dal punto di vista nutrizionale, entrambe le alternative sono più che valide, specialmente se inserite nel contesto di uno stile di vita sano, una dieta variegata e un po’ di attività fisica. È una merenda perfetta per i bambini, che riscopriranno che il sapore autentico non solo è infinitamente migliore di quello sintetico delle merendine sugli scaffali dei supermercati, ma anche che saziano di più, e che sono più buone.

Il burro contiene vitamine importanti (A,E,K,D). Associato negativamente al colesterolo, ci si dimentica che anche il colesterolo è fondamentale! Basta non superare i 300 milligrammi al giorno, e una porzione di 10 grammi di burro ne contiene solo 24! L’olio d’oliva contiene vitamine, antiossidanti e acidi grassi monoinsaturi. 

Entrambi sono calorici, ma sani, naturali e approvati da generazioni di nonni e nonne, che dire, sono rodati! Il burro si sposa con lo zucchero, a volte con il sale, con il miele e con la marmellata. 

L’olio abbraccia il pane insieme  a una strusciata di aglio, all’origano e ai pomodori quando è stagione.  Un tuffo nei sapori mediterranei e la riscoperta di un piacere di un tempo, quello della merenda di una volta.