Riscaldamento di casa

Tempo di lettura stimato: 2 min

La bolletta del riscaldamento è una delle cose peggiori dell'inverno. La buona notizia, però, è che esistono poche, semplici regole per alleggerirla: imparare a leggere il contatore e comunicare una corretta autolettura è il primo passo per gestire le proprie spese. Il controllo annuale della caldaia, poi, consente un risparmio fino al 30%. È anche bene ricordare che per ogni grado sul termostato, il consumo in bolletta aumenta del 7-8%: meglio non superare i 20°C. Anche regolare gli orari di accensione della caldaia aiuta a risparmiare: per chi lavora tutto il giorno, basta riscaldare casa solo al mattino e alla sera. Evitare copritermosifoni, tende troppo lunghe, mobili davanti ai caloriferi, così come evitare che si formi il calcare nelle tubature in cui scorre l'acqua calda e isolarle aiuta a risparmiare. Prima della stagione fredda è bene anche spurgare l'aria dalle tubazioni e dai corpi scaldanti per aumentare il livello di efficienza del sistema. Attenzione poi alla temperatura dell'acqua della caldaia, che non dovrebbe mai superare i 45°C. Naturalmente, il risparmio è anche questione di impianto: più efficiente è la tecnologia scelta per riscaldare casa, meglio è.

Fonte: LifeGate.it