La Caponata

Un piatto di origini siciliane: la caponata di verdure è una ricetta gustosa e freschissima a base di melanzane, pomodori e basilico; un mix di saporiprofumi e colori che stuzzica il palato. Veloce da preparare, questo piatto povero è perfetto per i pranzi estivi: va assaporato a temperatura ambiente ed è buonissimo anche nei giorni successivi. Come nasce la ricetta? Il nome “caponata” sembra derivare dal siciliano “capone”, termine che indica un pesce, la lampuga, un tempo servito in agrodolce. Questo piatto era molto consumato dagli aristocratici; il popolo, non potendoselo permettere, modificò la ricetta sostituendo l’ingrediente base con le melanzane. Secondo altre fonti, il nome ha origine del siciliano "caupone", termine utilizzato per indicare le antiche taverne dei marinai. La ricetta presenta tantissime le varianti: la caponata ciancianese, ad esempio, unisce alle melanzane  i carciofi; la catanese, i peperoni gialli e rossi; l’ agrigentina, i peperoni arramascati (i friggitelli). Quella che vi presentiamo è la versione palermitana. Ingredienti 1 kg di melanzane, 600 gr di sedano, 250 gr di cipolle, 200 gr di olive nere, 50 gr di capperi, 60 gr di pinoli, 500 gr di pomodori, 50 gr di zucchero, 50 gr di aceto di vino bianco, basilico q.b., 15 gr di olio extravergine d’oliva,  300 gr di olio di semi, 30 gr di sale grosso. Procedimento Lavare le melanzane e tagliarle a cubetti; prendere un vassoio e sistemarci sopra uno scolapasta; rovesciare le melanzane cospargendole di sale grosso; schiacciarle con un peso e lasciarle spurgare per un’oretta. Lavare e tagliare il sedano a tocchetti; cuocerli in acqua bollente e lasciarli asciugare su un panno. Affettare la cipolla e cuocerla in tegame per una decina di minuti con olio extravergine d’oliva. Nello stesso tegame, far soffriggere i capperi, le olive nere e i pinoli per circa dieci minuti; aggiungere poi i pomodori, dopo averli lavati e tagliati a pezzetti, e farli cuocere per venti minuti a fuoco basso. In una seconda padella, far soffriggere per qualche minuto il sedano con l’olio. Sciacquare bene i cubetti di melanzana per togliere il sale grosso; friggerli in padella con olio di semi per qualche minuto. Far sgocciolare le melanzane fritte su un foglio di carta cucina super assorbente .  Unire le melanzane e il sedano nel tegame con la cipolla, i pomodori, le olive e i pinoli; aggiungere lo zucchero e l’aceto di vino bianco. A fiamma spenta, aggiungere il basilico; mescolare e lasciare raffreddare. La caponata di verdure va mangiata a temperatura ambiente. Può essere gustata anche il giorno dopo; resiste, in frigorifero, per qualche giorno, in un contenitore di vetro coperto. Viene servita come contorno, come antipasto o come piatto unico accompagnata dal pane.