Il Borsch

Tempo di lettura stimato: 2 min

Oh la zuppa, il piatto perfetto da gustare quando fuori fa freddo! E quindi per il mese di novembre abbiamo deciso di raccontarvi una ricetta tipica della cucina russa, ma che in realtà affonda le sue radici nella tradizione culinaria dei Paesi dell’Est come Polonia, Ucraina, Romania e Lituania. 

Stiamo parlando del Borsch, l’iconica zuppa dal colore rosso a base di brodo di carne, verdure e barbabietole. E proprio la barbabietola è l’ingrediente principale e distintivo di questo piatto, che gli conferisce la dolcezza e la delicatezza tipiche di questa coloratissima zuppa. 

Il Borsch è un piatto della tradizione slava preparato con carne di maiale, di vitello o di pollo e tradizionalmente servito con panna acida o yogurt greco. Per quanto riguarda la consistenza: zuppa o vellutata? La scelta è abbastanza personale! Se preferite una zuppa tagliate le verdure in maniera più grossolana, mentre per ottenere una vellutata frullate il tutto, tranne la carne ovviamente. Il piatto perfetto per scaldare il corpo e l’anima in queste fredde sere d’autunno. Ma scopriamo la ricetta da vicino.

Ingredienti
500 g di carne
300 g di barbabietole
1 cipolla
2 carote
2 cucchiai di aceto bianco

 

Preparazione
Per prima cosa si prepara il brodo. Cuocete la carne in una pentola con alloro, pepe ed un cucchiaino di sale. Aggiungete 1 litro di acqua e portate ad ebollizione. Nel frattempo lavate e tagliate a pezzi piccoli la cipolla, le carote e la barbabietola per poi cuocerle insieme in una padella con poco olio. Fate cuocere la carne per 40 minuti circa, poi aggiungete le verdure e due cucchiai di aceto bianco. Lasciate cuocere per 30 minuti, poi togliete la carne e tagliatela a cubetti. Il piatto è pronto. Servite la zuppa calda con un cucchiaio di panna acida.

Nella versione Ucraina si aggiunge il concentrato di pomodoro o, se preferite, la passata. Aggiungete questo ingrediente mentre cuocete le verdure in padella per un ottenere una zuppa più saporita e dal gusto leggermente più dolce.