Zucca in agrodolce

Tempo di lettura stimato: 3 min

Raccolta tra settembre e novembre, della zucca non si butta via nulla. Si consuma, infatti, in tutte le sue parti: dalla polpa, utilizzata in mille ricette, ai semi, essiccati e salati e ottimi come stuzzichino

Nella tradizione contadina la zucca non era, e non è, solamente un alimento di base, ma anche un simbolo di felicità e abbondanza. Svuotata ed essiccata, poteva diventare un recipiente nel quale conservare il sale (da cui l’origine del modo di dire “sale in zucca”).

La zucca è cucinata in tutto il mondo: cotta in padella e utilizzata come base per preparare zuppe e vellutate o sfruttata come ripieno, basta pensare ai famosi “ravioli di zucca alla mantovana” in Italia o, uscendo dall’Italia, ai “maultaschen”, i tipici ravioli tedeschi.

In Spagna, con una particolare varietà di zucca bianca (la “calabaza de cidra”) si prepara una confettura chiamata “cabello de ángel”, "capello d'angelo".

In America, la zucca è ingrediente principale di una tradizionale torta, la famosissima “pumpkin pie” preparata in occasione del Thanksgiving Day e famosa quanto la apple pie ( la torta di mele). 

La regina nel calendario dei piatti poveri di questo mese è quindi la zucca e suggeriamo la “zucca in agrodolce” (in Siciliano “o ficatu ri setti cannola” – tradotto: “il fegato di sette rubinetti” in quanto si racconta che questo piatto fosse venduto dai venditori ambulanti presso la fontana dei sette canali a Catania. La versione popolare del fegato in agrodolce, un piatto ricco mangiato nel palermitano)


Ricetta zucca in agrodolce

Ingredienti

- 800 gr di zucca
- olio extravergine d’oliva

- 6 cucchiai di aceto di vino bianco
- 3 cucchiai di zucchero
- 1 spicchio di aglio

- prezzemolo o menta q.b.

- sale q.b.

- pepe q.b.


Preparazione

Pulite la zucca, togliete la buccia e i semi. Tagliatela a quadretti. Prendete una padella e ricoprite il fondo d’olio. Una volta caldo, fate friggere la zucca da tutti i lati, per circa 2 minuti, poi fatela scolare in un piatto, su un foglio di carta assorbente da cucina. Nella stessa padella aggiungete l’aceto e lo zucchero. In un secondo momento, aggiungete anche l’aglio e la menta tritati. Fate saltare nuovamente i quadretti di zucca in padella in modo che si insaporiscano bene. La vostra zucca in agrodolce è pronta per essere servita, calda o tiepida. Tante le varianti, dall’aggiunta di uva passa, all’utilizzo della cipolla al posto dell’aglio.