La cottura a vapore

La cottura a vapore è uno dei metodi di cottura migliori per preservare intatte le proprietà nutrizionali dei cibi. Grazie a questa tecnica è possibile evitare di utilizzare condimenti come l’olio quando si cuoce in padella, ed evita che gli alimenti entrino in contatto con l’acqua, dove vengono disperse alcune sostanze nutritive come sali minerali e vitamine.

Il sistema di cottura a vapore è oggi diffuso in tutto il mondo ma le sue origini hanno vita nella cucina orientale. Le pietanze vengono collocate sul cestello, cioè una superficie permeabile e dotata di fori per far passare il vapore, posizionato sopra ad una pentola di acqua bollente.

I tempi di cottura vanno calcolati dal momento in cui l’acqua comincia a bollire, generando vapore bollente che cuoce il cibo ad una temperatura leggermente inferiore a quella generata con i metodi di cottura tradizionali.

I benefici di questo tipo di cottura sono moltissimi, anche se alcuni alimenti particolarmente ricchi di grassi, come la carne, necessitano di temperature più alte per cuocere. La cottura a vapore è considerata ideale per cucinare diversi tipi di verdura, riso e pesce, e i benefici non riguardano solo i nutrienti ma anche il gusto, che rimane più deciso.

Ipocalorica, sana e gustosa, in sintesi la cottura a vapore rappresenta il modo migliore per ottenere grandi risultati partendo da piccoli gesti, basta munirsi della pentola giusta, che sia in acciaio, o in bamboo, come il contenitore che tradizionalmente viene usato in Asia.

Tra l’altro sono disponibili apposite vaporiere adatte per il forno a microonde, per chi ha davvero poco tempo o poco spazio per cucinare ma non vuole rinunciare alla leggerezza, e vaporiere elettriche in grado di venire incontro ad ogni esigenza. E niente panico, se in questo tipo di cottura vengono a mancare i trucchi e i consigli della nonna, ci pensiamo noi ad aiutarvi a calcolare il tempo di cottura perfetto, per ottenere verdure della giusta croccantezza.

Potrete sperimentare qualunque verdura al vapore, ed è l’ideale per le verdure "carnose", come cavolfiore, broccolo, patata, zucchina, zucca, barbabietola o tutte insieme! Basta sapere in quanto cuociono! Vi diamo una mano: patate di medie dimensioni con la buccia: 20 minuti; carote a rondelle spesse o a bastoncini: 4 minuti; broccoli e cavolfiori divisi a cimette: 6 minuti.