Ora di centrifugati!

Tempo di lettura stimato: 5 min

Nella notte tra sabato 30 e domenica 31 marzo, le lancette dei nostri orologi e sveglie (se non digitali) dovranno essere spostate avanti di un’ora, precisamente allo scoccare delle 2 del  mattino. Il refrain consueto del periodo è quindi che l’ora legale ci ruba un’ora di sonno. Se anche voi vi siete sempre chiesti il motivo per cui ci viene imposta questa ‘piccola’ sofferenza la risposta non potrà che darvi gioia: lo si fa per rispettare l’ambiente e le risorse naturali

Come? Ogni giorno, grazie all’ora legale, possiamo goderci la compagnia del sole, lasciando le luci spente per 60 minuti in più. In cifre: un’ora di luce artificiale in meno al giorno, per sette mesi, significa un risparmio di circa 650 milioni di kilowattora ed equivale ad un risparmio calcolato in euro che si aggira intorno ai 100 milioni!

Questo cambiamento porta però con sé alcuni piccoli problemi di “adattamento” sintetizzabili in disturbi del sonno, difficoltà di concentrazione e stress.  Le cause del cambiamento nel ciclo sonno veglia sono da imputare al cosiddetto ritmo circadiano, ovvero il nostro orologio biologico, in grado di regolare molte funzioni cicliche del nostro corpo. Tra le sostanze prodotte dal nostro organismo coinvolte nel riposo notturno c’è la melatonina, che viene sintetizzata col buio. L’allungamento delle giornate rende quindi molto più difficoltoso rilassarsi e addormentarsi!

Un sonno travagliato causa perdita di concentrazione e di produttività, al lavoro come nella vita di tutti i giorni. La stanchezza va a braccetto di umore irritabile, lo stress si accompagna a problemi digestivi, pelle spenta e poco luminosa. Per affrontare al meglio il cambio dell’ora, gli esperti suggeriscono un adattamento lento, cercando di svegliarsi dopo, a intervalli di 15 minuti in più giorni, fino a raggiungere l’ora “persa”. Anche concedersi qualche passeggiata all’aria aperta, scegliere di andare a lavoro o a fare la spesa a piedi, non solo risveglia il metabolismo ma serve anche a diminuire lo stress. Inoltre la luce solare regola il ciclo-sonno sveglia, contrariamente a quella di smartphone e tablet. Per questo il consiglio è anche di dormire lasciando il telefono nella borsa. In molti lo utilizzano per impostare la sveglia, ma almeno a cavallo del cambio dell’ora affidatevi al sistema di una volta, la sveglia sul comodino!

Per limitare al massimo gli effetti collaterali dell’ora legale, che lo ricordiamo fa bene alle tasche e all’ambiente e che per la prima volta venne introdotta nel diciottesimo secolo da Benjamin Franklin (inventore del parafulmine e delle lenti bifocali), proviamo ad aumentare il consumo di quei cibi che favoriscono naturalmente il sonno, da un lato, e ci forniscono una buona dose di energia dall’altro, garantendoci un pieno di vitamine e antiossidanti (naturalmente da preparare con frutta e verdura di stagione! )



Centrifugato antistress con mela e lattuga

Ingredienti: una mela, 200 grammi di lattuga, alcune mandorle, che riducono ansia e stress. 

La lattuga viene invece identificata come un sedativo naturale, in grado di calmare i nervi e tranquillizzarli, grazie alla presenza del “Lattucario”, il liquido biancastro presente nelle foglie, vero e proprio sedativo. Le mele abbattono lo stress grazie a magnesio e zinco. Vi consigliamo di consumare questa centrifuga antistress la sera. 

Buongiorno con il centrifugato kiwi e zenzero



Centrifugato antristress con kiwi e mela

Ingredienti: 2 kiwi, una mela verde e una fettina di zenzero fresco. 

Centrifugate il tutto. Il kiwi è un alimento ricco di vitamina C, ma anche di potassio e sodio: con l’aggiunga dello zenzero (sbucciato) questo centrifugato vi farà subito ripartire! Dà energia, riduce il colesterolo cattivo, è antiossidante ed agisce contro i radicali liberi. 



Centrifugato detox al finocchio

Ingredienti: ½ finocchio, 2 pere, 5 foglie di menta

Tagliate il finocchio in piccoli pezzi e centrifugate con le pere sbucciate a fettine e le foglie di menta. Aiuta l’organismo ad eliminare le scorie facendovi sentire più energici, grazie alle proprietà diuretiche del finocchio. 



Centrifugato post attività fisica

Ingredienti: un pompelmo, un limone, un’arancia e 60 gr di foglie di prezzemolo, un pezzettino di radice di zenzero

Lavate bene il prezzemolo e centrifugate insieme agli spicchi di pompelmo senza buccia insieme a limone e arancia. Il pompelmo è ricco di vitamina C ed ha proprietà diuretiche e depurative, combattendo la ritenzione idrica ed eliminando il senso di gonfiore causato da una cattiva digestione. Dolcificate se volete con un cucchiaino di miele, per reintegrare gli zuccheri e i sali minerali.