Affettare sì, ma con igiene

L'affettatrice è uno strumento molto utile, soprattutto per chi ama gustare salumi sempre freschi e appena affettati. Ma non solo, anche per la carne, il pane: oggi ne esistono davvero di tanti tipi. Quindi qualche consiglio casereccio per l’affettatrice di casa. 
Per sua natura l'affettatrice si sporca spesso, e in questo caso l'igiene è molto importante, perché l'apparecchio è a stretto contatto con gli alimenti. Vediamo quindi quando e come pulire l'affettatrice per avere sempre la massima igiene.

Quando pulire l'affettatrice

L'affettatrice va pulita a seconda dell'utilizzo che se ne fa. Per chi la usa tutti i giorni è necessaria una pulizia quotidiana dell'elettrodomestico. Non è però indispensabile pulirla ad ogni taglio, ma è sufficiente effettuare la manutenzione a fine giornata.
Naturalmente non occorre smontarla e pulirla completamente tutti i giorni, perché una pulizia delle lame sarà sufficiente. Occupatevi della pulizia di fondo solo una volta al mese. Se invece prevedete di non usarla per parecchio tempo è il caso di fare una pulizia più approfondita prima di riporla.


Come pulire l'affettatrice

Come prima cosa staccate la spina. Pulite quindi la lama con un foglio di carta da cucina ed eliminate i residui di salumi che avete affettato. Questa è la manutenzione che comunque dovete fare ogni giorno.

Per una pulizia approfondita estraete tutte le parti smontabili dell'affettatrice. Spruzzate dell'alcol alimentare sul corpo macchina e strofinate tutte le parti in modo energico utilizzando una spugna. Sciacquate con un'altra spugna umida e lasciate asciugare.
Inserite le parti smontate in una bacinella contenente acqua tiepida ed il succo e la buccia di due limoni. Lasciate in ammollo per 15 minuti e poi sciacquate sotto l'acqua corrente. Asciugate bene tutti i pezzi prima di rimontarli.