Lavare gli indispensabili

Oggi vi sveliamo un segreto, ovvero come mantenere puliti gli accessori “indispensabili” come taglieri e posate in legno. Diciamo subito che il legno è un materiale magnifico, poiché non graffia alcuna superficie ed è ecologico, non si scalda, è resistente e gradevole al tatto: il suo unico difetto è la pulizia.

Essendo un materiale naturale, il legno assorbe molto e il tagliere, ad esempio, subisce continuamente graffi che vanno a rovinarne la superficie. Il cibo, quindi, ristagna all’interno delle fessure e toglierlo non è facile. Se poi si considera che il detersivo andrebbe evitato proprio perché il legno è poroso, cosa si può fare?

Dal punto di vista dei detergenti, basta usare quelli naturali e atossici, lavando gli utensili immediatamente dopo l’uso.

Per disinfettarli si può procedere cospargendoli con l’aceto, che è un ottimo antibatterico. Per chi desidera poi eliminare anche il sentore di aceto, si può procedere utilizzando del sale e del limone e strofinando con cura. Dopo il risciacquo, che deve essere abbondante, avrete degli utensili puliti, disinfettati e profumati. A questo punto evitate di lasciarli asciugare all’aria ma poneteli su due fogli di carta casa per velocizzare questa fase.