Primi caldi, igiene al top!

La cucina non è solo un luogo nel quale si preparano e si consumano i pasti ma è a tutti gli effetti il cuore della casa, un luogo di condivisione e convivialità. Mantenerla un luogo igienico e confortevole è fondamentale per sfruttarla al meglio e viverla serenamente, e se questo è vero tutto l’anno, c’è da dire che l’estate, con le sue alte temperature, è forse il periodo più insidioso, perché il caldo acuisce e causa dei piccoli (ma fastidiosi) inconvenienti. Ecco quali sono, e come porvi rimedio! Non importa quanto la vostra cucina sia pulita e in ordine: basta una dispensa contenente pane, cereali, frutta secca, o pasta, per rischiare di trovare fastidiose sorprese. A chi è capitato di aprire i cereali per la colazione, o una confezione di pasta, e di trovarci dentro dei piccoli insetti? Si tratta delle “tignole della farina”, lepidotteri simili a farfalline notturne (le specie più diffuse sono la Pyralis farinalis e l’Ephestia kuehniella) che, giunte sino a noi dall’Asia e dagli Stati Uniti, sono specializzate nell’intrufolarsi anche negli armadietti apparentemente più inaccessibili. Cosa fare per allontanarli? Per prima cosa prestate attenzione al consumo di confezioni già aperte di alimenti secchi, che andrebbero esaurite nel giro di pochi mesi (tempo che in estate si riduce, per via del caldo). Un indizio della presenza delle tignole sono anche delle piccole tessiture, simili a ragnatele: se le notate, buttate via il sacchetto e il suo contenuto, sgombrate la dispensa e pulitela con una passata di aspirapolvere (quelli piccoli e maneggevoli) e passate successivamente con un foglio di carta da cucina Asciugoni Regina imbevuto di acqua e aceto. In commercio sono disponibili le cosiddette “trappole a feromoni”, pronte all’uso: basterà incollarne una su una parete della dispensa per tenere lontano le farfalline. Se invece preferite i metodi home-made, prendete del cotone idrofilo, riponetelo in un piccolo recipiente e aggiungete delle gocce di olio essenziale di eucalipto. Oppure la buccia di un’arancia fresca e dei chiodi di garofano e addio lepidotteri! Un altro annoso problema dell’estate è la frutta. Se in inverno può essere conservata per un buon periodo di tempo sul balcone, con le temperature di luglio e agosto è impensabile. E freezer e frigorifero vanno usati al meglio. Eccovi quindi un paio di soluzioni per “giocarvi” al meglio la partita con il “frigidaire”: utilizzare contenitori di carta e cesti di vimini da riporre in frigo con la frutta fresca; nella plastica, infatti, frutta e verdura “sudano”, generando un ambiente idoneo per il proliferarsi della muffa. Inoltre, gli alimenti andrebbero tenuti lontano dalle pareti refrigeranti e andrebbe separata la verdura dalla frutta in quanto quest’ultima emette (nella maggior parte dei casi) etilene gassoso, che stimola la maturazione anche per contatto. Ultimo consiglio, fantastico in questo periodo: alcune verdure come carote, peperoni, broccoli, spinaci, fagiolini, cipolle, sedano, basilico, prezzemolo e frutti come fragole, banane, pesche, frutti di bosco, albicocche, si possono congelare, in modo da bloccare completamente il processo di maturazione e all’occorrenza creare degli smooties freschissimi! Infine, le mosse per evitare invasioni di insetti indesiderati, che soprattutto in estate trovano molto invitante il pavimento fresco della cucina:
1) svuotare la pattumiera due volte al giorno per contrastare l’arrivo di insetti indesiderati, come gli scarafaggi che sono attratti dagli odori della spazzatura. E dopo aver effettuato questo lavoro, la raccomandazione più diffusa è quella di lavarsi per bene le mani. 
2) disinfettare i lavelli della cucina almeno 1 volta alla settimana poiché negli scarichi spesso rimangono bloccati avanzi di cibo. Vi consigliamo anche in questo caso di procedere con un metodo naturale, senza additivi chimici. Mescolate una tazza di acqua bollente con 150 grammi circa di bicarbonato e una tazza di aceto bianco caldo. Versate questa soluzione nel lavandino della cucina e lasciatela agire tutta la notte senza aprire l’acqua. E buona estate pulita in cucina a tutti!