Su le maniche per un Natale al top!

Tempo di lettura stimato: 4 min

Specialmente in prossimità delle feste natalizie, la casa, e soprattutto la cucina, si prepara ad essere un luogo fatto apposta per accogliere amici, famigliari e parenti. Le decorazioni più belle si appendono alle pareti e alla porta d’ingresso, l’albero di Natale troneggia in salotto, o ovunque sia collocato (troneggerà sempre). Per chi ha deciso di occuparsi personalmente del menù di natale anche la cucina, e specialmente i top, devono essere... al top! 

Ed è vero che la cucina, la fucina di idee per la cena della Vigilia o Pranzo di Natale e anche la fucina che letteralmente renderà cotte, succulente, dorate, stufate le vostre idee, va pulita sia prima che dopo. Prima, perché nulla è così soddisfacente come mettersi al lavoro in una cucina splendente. Poi, perché dopo aver dato il meglio di sé ai fornelli, anche la principale alleata necessita di manutenzione per mantenersi funzionale nel tempo.

Vediamo quindi come occuparci del top della cucina, che sia in legno, in marmo, in laminato. Perché i top della cucina possono essere realizzati in vari materiali, ma la cosa che li accomuna è una: si sporcano spesso e vanno puliti di frequente. Per un'operazione di igienizzazione efficace e sicura è necessario conoscere e rispettare i materiali di composizione, per non correre il rischio di rovinarli irrimediabilmente.


Top in Legno: il legno è un materiale piuttosto delicato e va igienizzato con sostanze poco aggressive. Preparate una miscela composta da acqua e aceto di mele in parti uguali e passatelo sul top con un foglio di carta da cucina. Risciacquate con sola acqua e poi asciugate bene: l'asciugatura con un foglio di carta da cucina è fondamentale per evitare che il legno si deformi, rovinandosi. 

Top in laminato: economico e molto resistente, per igienizzarlo potete usare una miscela composta da acqua e sapone di Marsiglia. Risciacquate e asciugate per evitare che il ristagno d'acqua causi dei rigonfiamenti. Se il laminato ha una finitura lucida evitate le spugne abrasive e i detergenti aggressivi che potrebbero graffiarlo e opacizzarlo.


Top in Corian: il Corian è un materiale pregiato e molto resistente, presenta una finitura liscia e priva di pori, ed è molto facile da igienizzare. Per questo tipo di top potete utilizzare della semplice acqua calda, mentre per togliere le macchie più insistenti potete usare un po’ di olio di gomito e della carta da cucina con del sapone di Marsiglia. Alla fine sciacquate sempre con dell'acqua calda.


Top in granito e marmo: questo genere di top coniuga la bellezza e il prestigio della pietra naturale con una grande resistenza nel tempo e ad agenti esterni come calore o graffi. Tuttavia le pietre naturali sono particolarmente porose e potrebbero assorbire le macchie in maniera indelebile se non vengono prontamente rimosse; per farlo, utilizzate acqua e sapone neutro e poi risciacquate.

Top in acciaio: l'acciaio è un materiale molto facile da trattare, è igienico e resistente nel tempo. Per tenerlo in perfette condizioni basta un foglio di carta da cucina con un po' d'acqua tiepida e dell'aceto bianco di tanto in tanto. L'aceto consente, oltre che di pulirlo ed igienizzarlo, anche di ottenere una lucidatura davvero bella da vedere. Ricordate sempre di asciugare bene il top in acciaio se non volete antiestetiche tracce di calcare.

Top in quarzo e vetro: anche in questo caso è sufficiente una semplice miscela naturale. Mescolate acqua e aceto in parti uguali e passate la miscela sul top con un foglio di carta da cucina e, come sempre, asciugate bene per eliminare ogni alone.